4 Festival

Il Rock dalle Quattro Regioni

12 Gruppi

4 Regioni

24 Ore

Campeggio Gratis

Osservazioni Astronomiche

Cibo Locale

Bevande Locali

Plastic Free

Scrivici:



Valboreca in InvernoFoto @etioetio

Comunicato Stampa

Andrea Rocca e Paolofranco Mereni, musicisti e appassionati di montagna hanno avuto la presunzione di creare e organizzare un festival Rock dalle quattro Regioni: Emilia Romagna, Liguria, Piemonte, Lombardia.

Come luogo è stato scelto il crocevia, la Val Boreca, per l’esattezza Pey, piccola frazione di Zerba, luogo spopolato e immerso nelle diversità delle quattro zone, una volta punto d'incontro tra i mercanti della via del Sale.

Lo scopo del festival è l’incontro di culture, dialetti, stili musicali, esperienze, gioie e incazzature delle diverse regioni ma principalmente la sensibilizzazione verso la natura, la montagna e il suo costante declino utilizzando come merce di scambio la musica al posto del sale.

Il festival cercherà di essere, per quanto possibile, libero dalla plastica (PLASTIC FREE), utilizzando materiali compostabili.

La cucina, fiore all’occhiello del festival, aprirà alle 12:00 di Sabato 3 Agosto rimanendo attiva per tutta la durata del festival. Si potranno mangiare cibo e bevande locali: pasta fresca, carne, vino e birra tutto a Kilometro 0!
In cucina, tra gli altri, sarà presente Flavio Corazza del Consorzio di Tutela del Pesto Genovese per non dimenticarsi anche la altre regioni.

Il festival comincerà il 3 Agosto a mezzogiorno con l'aperta della cucina. Alle 15 partirà la musica e, dopo una pausa notturna, continuerà fino al pomeriggio di Domenica 4 Agosto. Si potrà pernottare in tenda.

Tale festival vedrà la partecipazione di gruppi provenienti da ogni regione per un totale di dodici gruppi che si alterneranno sul palco per la durata del festival.


Durante la serata verrà creato il buio per poter osservare e celebrare il cielo. Questi momenti saranno avvalorati dalla presenza degli astrofili dell’associazione Adara “Astrobrallo” che con un telescopio ci guideranno tra le costellazioni.


Locandina Quattro Festival

Mappa Quattro Festival

Le Band

I tre paletti per la selezione artistica:

  • Musica Originale
  • Parole in italiano o dialettali
  • Provenientedalle 4 Regioni

Queste regole hanno fruttato dodici perle che si alterneranno sul palco per la durata del festival:





Evento Facebook
Pagina Instagram
Pagina Facebook

Dove Dormire

Una zona adiacente al festival sarà adibita a campeggio, si potrà campeggiare liberamente senza costi. Non è classica struttura attrezzata a campeggio bensì un campo. Ci sono bagni e 3 docce dove potersi lavare.
Se avete intenzione di venire in camper e roulotte, i posti pianeggianti non sono molti.
Se volete dormire tra quattro pareti, sul sito Valboreca.it alla sezione "Accoglienza" trovate i link ai vari posti per pernottare.


Cosa Mangiare

La cucina aprirà alle 12:00 di Sabato 3 Agosto e sarà attiva per tutta la durata del festival. Verranno proposti cibo e bevande locali: pasta fresca, carne, vino e birra tutto a Kilometro 0! In cucina, tra gli altri, sarà presente Flavio Corazza del Consorzio di Tutela del Pesto Genovese.

Nello specifico saranno attivi i pasti di:

  • Sabato a pranzo;
  • Sabato cena che proseguirà per la notte;
  • Domenica a colazione;
  • Domenica a pranzo;


Le Magliette

Una fonte di sostentamento del festival sarà la vendita di magliette. Potete prenotare in anticipo la vostra maglietta compilando il form ad inizio pagina o scrivendo a info@quattrofestival.it indicando la taglia desiderata.

Cercando di dare un valore giusto a quello che produciamo, le magliette saranno in vendita alla popolare cifra di 10€ disponibili in taglie da bambino, donna e uomo sotto specificate.

Locandina Quattro Festival
Taglie disponibili

Bambino:

  • 3/4 Anni
  • 5/6 Anni
  • 7/8 Anni
  • 9/11 Anni
  • dai 12 anni in su chiedere la taglia S da adulto
Donna e Uomo dalla taglia S alla XXXL.


Benedizioni

L'evento è totalmente gratuito e non riceviamo soldi da nessuno, li tiriamo fuori di tasca nostra cercando di autofinanziarci con la vendita di cibo, bevande e magliette quindi non chiedeteci di offrirvi troppe birre!
Nonostante questo ci sono persone che credono in quello che facciamo e si sono offerte di aiutarci perché ritengono sia una lodevole iniziativa!

  • Dancetool

    fornirà il backline ai gruppi per permettergli di non portarsi dietro macchinate di strumentazione;

  • La provincia di Piacenza

    organizza la conferenza stampa nella propria sede;

  • Osteria la S'cianza di Zerba

    aiuterà nel fornire cibi locali;

  • Il comune di Zerba

    che ci sostiene e benedice dall'alto.


Razzismo

Lo scopo dell’evento è l'incontro di culture diverse quindi anche di diversi generi musicali, dialetti, gioie e incazzature delle diverse vite nelle proprie regioni; quindi, se qualcuno avesse dei problemi con:

  • generi musicali come l'elettronica, il punk, il rap, il reggae, il grunge, il folk;
  • la pelle di colore bianca, nera, gialla, arancione, rossa, maculata, aerografata;
  • genovesi, piacentini, lombardi, pavesi, piemontesi, liguri, acquitermiani;
  • bambini, uomini, gay, donne;
  • cristiani, musulmani, raeliani, rettiliani, atei;
  • il mondo in generale;
venga lo stesso che passerà tutto dopo un bicchiere di rosso genuino.

Gli unici che non potranno venire saranno le persone che vorranno mettere fretta o calpestare le libertà degli altri imponendo la proprie ragioni al di sopra del resto. L’obiettivo della giornata è di far rallentare il tempo vivendo in una convivenza serena queste 24 ore.


Cosa Fare

Bambini

Nei pressi dell'evento, a Pey, si trova un bel parco giochi attrezzato per bambini.

Cielo Stellato

Questa valle vanta un bellissimo cielo stellato, a cui, per chi vive in città, sarà una novità totale. Per questo durante la serata verrà creato il buio per poter osservare e celebrare il cielo. Questi momenti saranno avvalorati dalla presenza degli astrofili dell’associazione Adara “Astrobrallo” che con un telescopio ci guideranno tra le costellazioni.

Escursioni

La Val Boreca, annoverata tra le valli più selvagge d'Italia, oltre alle famose cime come il Monte Lesima, L'Alfeo o il Carmo, è conosciuta per l'itinerario ad anello noto comeGiro del Postino che ricalca il percorso che seguiva il portalettere per consegnare la corrispondenza nei paesi più sperduti della Val Boreca.

Le cascate del Mulino di Suzzi.

Le cascate di Pey.

Visite

La Torre Malaspina, a Zerba è sita in una posizione che domina le valli Trebbia e Boreca è affascinante per il pesaggio e per la storia che rappresenta.

Molto suggestivi sono i piccoli Borghi che fanno parte della Val Boreca.

Bike Park

Sul Monte Chiappo (PV), presso la seggiovia Pian del Poggio si trova un attrezzato Bike Park.

Pioggia

In caso di pioggia, gara di fischi all’aperto, torneo di calcio balilla dentro al capannone, gare di birra e salsicce!


Come Arrivare

Da Nord/Nord-Est/Est

prendendo la SS45 da Piacenza in direzione Genova ci sono due varianti:

  • La prima: Si entra in Bobbio, si segue per il Penice, poi si gira per Ceci. Sorpassato si continua per il passo del Brallo, una vola giunti al Brallo si prosegue per Cima Colletta, Passo del giovà e si scende a Pey.

  • La seconda: 2 km prima di Ottone, si svolta a destra in direzione Zerba, si risale la SP18 passando i paesi di Cerreto, Zerba, Vesimo, fino ad arrivare a Pey.

Da Ovest/Sud-Ovest

dalla Milano Genova A7, si esce a Vignola Borbera. Seguendo le indicazioni per la SP140 si risale per la splendida Val Borbera fino a Cabella Ligure. Da lì la strada incomincia a salire incontrando Cosola e poi Capanne di Cosola. Si continua per la stessa strada che scende prima a Capannette di Pey, poi al passo del Giovà si scende a destra per Pey.

Da Ovest/Nord-Ovest

da Pavia, seguire la SS 35 (dei Giovi) imboccando SP1 fino a Salice Terme, proseguire tramite la SP461 fino a Varzi. Passato l’abitato si prende la SP48 per Passo del Brallo, Casale Staffora. Proseguire fino a Pian del Poggio. Si proseguire per un paio di km fuori dall’abitato, arrivati al Passo, si svolta a sinistra seguendole indicazioni per Pey, prendendo la strada che scende.

Da Sud

Si prende da Genova la SS45 in direzione di Ottone per 58 Km, si prosegue senza entrare in paese per ancora due kilometri. Si svolta a sinistra in direzione Zerba. Si risale la SP18 passando i paesi di Cerreto, Zerba, Vesimo, fino ad arrivare a Pey.

Da Sud-Est

Da Chiavari si prende la SP32 in direzione Rostio, si prosegue per Bocco, fino a Chiesa Nuova, da lì si prende la SP225 in direzione Pianezza per poi prendere la SP23 fino al bivio da prendere in direzione Barbagelata (SP56). Si prosegue fino a Montebruno. Da lì si imbocca la SS45 in direzione Ottone/Piacenza. Giunti ad Ottone si prosegue senza entrare in paese per ancora due kilometri. Si svolta a sinistra in direzione Zerba. Si risale la SP18 passando i paesi di Cerreto, Zerba, Vesimo, fino ad arrivare a Pey.

La via del Sale

Si può arrivare in mountain bike o a piedi passando per la rinomata via del Sale, strada che accomuna storicamente queste regioni. La via del sale è accessibile da ogni punto cardinale. Consigliamo di rivolgersi ai punti CAI della vostra provincia per farvi consigliare il migliore percorso.

La via del Sale - SegnaleticaFoto @a piedi per il mondo
La Val BorecaFoto @via pozzo 6
La Via del Sale - Monte AntolaFoto @a piedi per il mondo
La Via del Sale - Rifugio Parco AntolaFoto @a piedi per il mondo